I teleobiettivi Macro 1:1 SP AF90 e SP AF180mm della Tamron, hanno la caratteristica di essere adatti, sia alla fotografia digitale che a quella analogica, ma in arrivo il loro concorrente, il Sigma APO MACRO 150mm f2,8... 

Gli attuali obiettivi per reflex sono divisi in due categorie: Ottimizzati per il digitale ed esclusivi per i sensori immagine di formato ridotto, quindi progettati per un circolo ottico inferiore rispetto al canonico 24X36.
Adatti sia al digitale che all'analogico nel senso che alcuni erano gi sul mercato, prima della grande diffusione delle reflex digitali DSLR, ma utilizzabili sia con reflex a pellicola che digitali, con l'unica limitazione della moltiplicazione focale. Altri di recente progettazione, sono studiati per il digitale, ma montati sulle reflex analogiche non danno luogo alla forte vignettatura, che rende molte ottiche per DSLR non utilizzabili in analogico.
La
Tamron con i suoi ultimi tele macro 1:1 ha fatto questa impegnativa, ma qualitativa scelta. Ottiche ben costruite, con vetro ottico di qualit superiore, schemi ottici tanto efficaci quanto sofisticati, ma soprattutto con risposta MTF e nitidezza molto elevati, cio obiettivi eclettici e performanti, tali da renderli adatti sia alle reflex analogiche che a quelle digitali, questa la loro caratteristica peculiare non certo trascurabile.  

L'immagine sopra da idea della differenza, fra il formato del fotogramma su pellicola 24X36cm pari a quello dei sensori pieno formato e il sensore CMOS della Canon EOS 1DS Mark II, con dimensioni 19,1X28,7cm. Quest'ultimo essendo pi piccolo del 24X36, crea una moltiplicazione focale degli obiettivi di 1,3X. Di solito i sensori sono ancora pi piccoli, con fattori di moltiplicazione di 1,5-1,7X e creano problemi con obiettivi per reflex a pellicola tradizionali, di qui l'esigenza di obiettivi dedicati al digitale, con circolo ottico ottimizzato e massima resa ottica.

Gli obiettivi Tamron Macro 1:1 che vi presentiamo, riproducono il soggetto alle stesse dimensioni del reale, quindi una moneta da 2 Euro alla minima distanza di messa a fuoco, basta a riempire il fotogramma. Si tratta dei Tamron SP AF 180mm f3,5 Di LD IF Macro 1:1 e SP AF 90mm f2,8 Di Macro 1:1.
Il vantaggio di questi obiettivi cos eclettici, da operare efficacemente sia nel digitale che nell'analogico duplice, con i sensori a formato ridotto, il loro circolo ottico viene utilizzato solo in parte, ma nella sua "parte migliore", quella centrale, con in pi il vantaggio di poter riprendere allo stesso rapporto di ingrandimento a una distanza maggiore. Su reflex analogiche, le elevate caratteristiche ottiche e di nitidezza, necessarie al digitale, ne fanno obiettivi di alta qualit a tutto tondo.

Il Tamron SP AF90mm f2,8 Di Macro 1:1, un medio tele che per lunghezza focale un classico per i tele macro, non a caso le migliori realizzazioni anche Tamron per questa categoria, sono i 90mm. Questo obiettivo conferma la regola, con l'ulteriore aspetto intrigante di un costo inferiore alle ottiche "ufficiali", infatti disponibile con innesti Canon, Minolta e Nikon. E' noto da tempo che gli obiettivi universali, non sono pi i cugini poveri di quelli "griffati", tutt'altro e anzi in certi casi gli elevati standard qualitativi, ne fanno concorrenti terribili, questo tele macro uno di quelli. Inoltre la buona luminosit massima a f2,8 e il diaframma a 9 lamelle, con resa eccellente dello sfocato, danno ottimi risultati anche per il ritratto, altra specialit dei tele 90mm.

Il Tamron AF 90mm f2,8 Di Macro 1:1 un obiettivo eccellente sia nella macro 1:1 digitale o analogica, grazie alle elevate caratteristiche ottiche e di nitidezza, che nel ritratto con la notevole luminosit grazie all'apertura f2,8 e alle 9 lamelle del diaframma, per un ottimo sfocato. CLIC SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

La struttura del barilotto in plastica, di ottima qualit, rende questo tele il pi leggero della categoria, ma leggerezza non certo il contrario di qualit in questo caso. L'attacco della baionetta, al contrario di tanti suoi concorrenti, in metallo non certo in plastica, con la possibilit di una accurata messa a fuoco manuale, la comoda e gommata ghiera di messa a fuoco ruota di 270, semplicemente facendola scattare indietro sulla posizione M (manuale). Nella posizione avanzata AF, ovviamente si riattiva l'autofocus all'istante. Per aumentare la velocit dell' AF alle distanze ridotte, c' un selettore di selezione del range AF: inferiore da 0,29 a 0,4m; superiore da 0,45m a infinito e da 0,4 a 0,45m per gamma completa.
Lo schema ottico del Tamron 90 AF Macro 1:1, composto da 10 lenti in 9 gruppi, con diaframma a 9 lamelle, ottimo per il ritratto, con una resa piacevole dello sfocato.

  Lo schema ottico del Tamron SP AF 90mm Macro, con 10 lenti in 9 gruppi.

La lente frontale non ruota durante la focheggiatura e questo rende agevole l'uso di filtri polarizzatori, il diaframma minimo a f32 favorisce la profondit di campo, che non mai abbastanza per le riprese macro, da segnalare la presenza sulla scala delle distanze, dell' indicazione del rapporto ingrandimento.
Secondo le misurazioni strumentali apparse sulla rivista TUTTI FOTOGRAFI, la nitidezza anche a f2,8 ottima sia al centro che ai bordi, la vignettatura non eccessiva anche su formato 24X36, la correzione della distorsione molto buona. La nitidezza con il digitale cala leggermente, ma rimane sempre a grandi livelli, al contrario la vignettatura praticamente assente.
CONCLUSIONI E' uno dei migliori obiettivi nella sua classe, con in pi l'attrattiva di un prezzo ragionevole: circa 475 Euro, per di pi con prestazioni e qualit ai massimi livelli.
    SCHEDE DEI TAMRON MACRO 1.1 SP AF90 E 180mm

Obiettivi

AF 90mm f2,8 Di 

 AF180mm f3,5 Di

Focale

90mm

180mm

Diaframma max

f2,8

f3,5

Diaframma min

f32

f32

Angolo campo

27

13,9

Gruppi e lenti

9 -10

14 -11

Distanza minima

0,29m

0,46m

Diametro filtri

55mm

72mm

Dimensioni mm.

Lungh.101 - Diam.68

Lungh.165 - Diam.84

Peso

426g.

885g.

Prezzo indicativo

465 Euro

1000 Euro

CARATTERISTICHE PARTICOLARI Le denominazioni degli obiettivi attuali, sono zeppe di sigle "misteriose", altro non sono che le loro caratteristiche, per questi due macro Tamron: SP Super Performance, Di obiettivi specifici per il digitale, LD ottiche con lenti Low Dispersion (bassa dispersione) per correzione aberrazione cromatica, IF messa a fuoco sulle lenti interne, senza rotazione lente anteriore.

    

Oltre al tele macro SP AF90mm, la Tamron ha in catalogo altri eccellenti macro, fra cui citiamo il famoso SP Macro 1:1 90mm a fuoco manuale, obiettivo che da molti anni giudicato una delle migliori realizzazioni della sua classe.
Ma in questo articolo ci interessano gli obiettivi Macro 1:1 Tamron, ottimizzati per il digitale e comunque adatti anche all'analogica pellicola 34X36, in questo ambito oltre al 90mm c' un altro tele, a lunga focale da 180mm e dalle caratteristiche decisamente professionali.

La sigla Di del Tamron SP AF180mm f3,5 Di LD IF Macro 1:1, indica chiaramente la progettazione ottimizzata per il digitale di questo macro 1:1, ma anche in questo caso si tratta di un'ottica ai massimi livelli, anche per le reflex analogiche. E' fornito con innesto per reflex Canon, Nikon, Minolta, Pentax e le prestazioni ottiche sono di livello assoluto, per certi versi anche migliori dell' SP AF90mm.
La costruzione del barilotto molto curata e con materiali di qualit, come molti obiettivi dalle dimensioni e peso notevoli, per questo tele macro si sfiorano i 900g, viene fornito completo di un supporto rimovibile per cavalletto, orientabile a 360. Interessante caratteristica, una ghiera sulla montatura della lente anteriore, che permette la rotazione di un eventuale filtro polarizzatore, anche con il paraluce (a petali, di serie) montato.

Il tele macro Tamron SP AF180mm f3,5 Di LD IF Macro 1:1, un obiettivo dalle elevate caratteristiche costruttive, a livello decisamente professionale, con due lenti frontali a bassissima dispersione LD, focheggiatura interna e una ghiera rotante, sulla montatura della lente anteriore, per la rotazione del filtro polarizzatore, con paraluce montato. CLIC SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

La accurata costruzione meccanica comprende una ghiera di messa a fuoco gommata, che se tirata nella posizione arretrata MF, consente la messa a fuoco manuale, in quella avanzata AF attiva all'istante l'autofocus. La finestrella delle distanze comprende l'indicazione del rapporto di ingrandimento e la focheggiatura avviene all'interno, senza variazione delle dimensioni esterne dell'obiettivo e senza rotazioni, con beneficio per il bilanciamento e l'uso dell'eventuale filtro polarizzatore.
Il diaframma a 9 lamelle, con ottima resa dello sfocato, ha apertura minima a f32, un buon valore per poter sfruttare al massimo l'indispensabile, per un macro, profondit di campo.

Lo schema ottico del tele Tamron SP AF 180mm f3,5 Macro 1:1, particolarmente sofisticato, comprende 14 elementi in 11 gruppi, in verde la figura mostra la disposizione delle due lenti LD a bassissima dispersione.

L'aberrazione cromatica con schemi ottici complessi, come quello del Tamron SP AF180mm Macro, un fenomeno quasi fisiologico, in questo obiettivo corretta dalle due lenti LD a bassa dispersione, visibili in verde sulla figura sopra.
Le misurazioni strumentali della rivista TUTTI FOTOGRAFI, rilevano prestazioni ottiche eccellenti, con una nitidezza elevata e uniforme dal centro ai bordi a tutti i valori di diaframma, la nitidezza cala leggermente con l'uso su fotocamere DSLR, ma talmente elevata in origine, da non dare scadimenti apprezzabili a occhio nudo, la distorsione sia a barilotto che a cuscinetto ottima, rilevabile solo una leggera vignettatura alla massima apertura. Nel digitale la vignettatura, giovandosi della copertura solo parziale e centrale sul circolo ottico, addirittura assente.
Quindi anche e sopratutto questo obiettivo, replica l'ecletticit sia su digitale, che su analogico del 90mm. Il prezzo in questo caso non da fotoamatore, ma giustificato dall'accurata costruzione meccanica e ottica, circa 1000 Euro. La dotazione comprende oltre al paraluce a petali, l'attacco per cavalletto, con i quali il peso supera 1 kg, inoltre una pratica borsa.

Chi vuole praticare fotografia macro a livelli professionali, trover in questi due obiettivi, specie il 180mm, risposte adeguate e senza dubbio da riferimento per la categoria, sia per la fotografia a pellicola, che a maggior ragione sul digitale.
Ma di questi giorni l'annuncio della risposta
Sigma, l'altro grande costruttore di obiettivi universali, nel campo di obiettivi macro 1:1 adatti sia a reflex DSLR, che a pellicola.

E' stato annunciato in questo inizio del 2005, un nuovo obiettivo Sigma macro 1:1 medio tele, adatto sia al digitale che all'analogico, un'ottica che per focale si inserisce fra i due Tamron 90 e 180, con l'intenzione di competere con ambedue.
Infatti il
Sigma APO MACRO 150mm f2,8 EX DG HSM, grazie alla sua notevole luminosit, allo schema ottico molto sofisticato e ai teleconverter Sigma 1.4x EX e 2x EX APO, un vero trasformista di grandi qualit ottiche e versatilit. E' in grado di operare su macro 1:1, sia in digitale che in analogico e grazie ai teleconverter citati, di passare a focali 210mm con l'1.4x EX e addirittura a 300mm con il 2x EX APO.

Il nuovo tele macro 1:1 Sigma APO MACRO 150mm f2,8 EX DG HSM un obiettivo medio tele macro che promette qualit, sia nel digitale che nell'analogico, grazie alla luminosit a f2,8 e alle grandi qualit ottiche.

Questo nuovo tele macro della Sigma, sar fornito con innesti Canon, Nikon e Sigma per le reflex della stessa casa. Ci sembra comunque un ideale partner delle Canon, essendo dotato di motore autofocus HSM a ultrasuoni, versione Sigma della medesima tecnologia Canon. Lo schema ottico composto da 16 elementi in 12 gruppi, comprendente due lenti SLD a bassa dispersione, il diaframma a 9 lamelle, con apertura minima f22 e la grande lente frontale accetta filtri da 72mm, la minima distanza di messa a fuoco di 38cm.
La struttura meccanica e il barilotto, sembra che saranno a livelli professionali, con una ghiera di messa a fuoco flottante, per passare all'istante da focheggiatura manuale ad AF.
Il nuovo Sigma APO MACRO 150mm, pesa 895g ma sicuramente oltre 1kg con il supporto per cavalletto, che verr fornito insieme al paraluce, in dotazione.
Non conosciamo le prestazioni sul campo di questo intrigante tele macro Sigma, ne il prezzo essendo stato appena presentato, ma a a lume di naso sembra che la qualit ci sia e tanta.
                                         Stefano Fedele  Roma 23/01/2005