La reflex 14 Mega Kodak, con innesto Canon    

Con la DCS Pro SLR/c Kodak entra nel mondo dei professionisti Canon, 14 Mpixel e innesto EF i suoi biglietti da visita



Dopo la presentazione nell'estate 2003 della DCS Pro SLR/n, reflex digitale pro per i professionisti Nikon, la Kodak con la collaborazione di Sigma, ha presentato la SLR/c dedicata ai pro con corredo Canon. Lo ha fatto in grande stile con questa reflex, che con i suoi 14 Mpixel (la risoluzione maggiore fra le reflex) e l'innesto ottiche Canon EF, sar una temibile concorrente delle EOS 1 digitali, anche in virt di un prezzo inferiore di ben 3000 Euro rispetto alla EOS 1DS, sovrana incontrastata della prestigiosa classe DSLR.
La struttura interna in magnesio e il rivestimento esterno antiscivolo nero sono realizzati da Kodak, il design imponente con le superfici dell'impugnatura e del fondello, molto prominente nella zona inferiore del dorso, a contrastare le linee squadrate della calotta e del pentaprisma, mutuati dalle reflex Sigma SD9-10.
L'ergonomia ci sembra il tallone di Achille della SLR/c, l'impugnatura per chi non ha mani da pianista, condizionata dal grosso rigonfiamento del dorso nella parte inferiore, necessario a fare spazio per gli slot delle memory card, questo poi rende oltretutto scomoda la presa nelle inquadrature in verticale. Con questo non vogliamo iniziare l'articolo, mettendo la fotocamera sulla graticola, ma solo dire che per i professionisti questi sono tutt'altro che peli nell'uovo.
In compenso c' da dire che la reflex Kodak, rispetto alla superprofessionale EOS 1DS, pesa circa 500 g in meno e anche questo per chi deve usarla come ferro del mestiere, non poco considerando che comunque la sostanza c' e si vede.

La sagoma imponente della Kodak DCS Pro SLR/c, condizionata dal contrasto fra le linee tondeggianti del corpo e del fondello, e le linee tese della calotta e del pentaprisma, derivati dalle reflex Sigma SD9-10, principale indizio della collaborazione fra le due case per questa reflex da ben 14 Mpixel con innesto ottiche Canon EF.

La vista da sinistra evidenzia la notevole sporgenza del fondello nella zona inferiore del dorso, necessaria a fare spazio alle memory card, gli sportellini in primo piano sono in basso per il vano batteria e quello pi grande al centro per le interfacce: seriale anche per GPS, IEEE 1394 Firewire, Video out. Da questo lato sul frontale, c' anche il sensore per telecomando a infrarosso, una connettivit molto completa per la SLR/c.

COMANDI E FUNZIONI FOTOGRAFICHE- Si tratta senza dubbio di una fotocamera che per dotazioni e prestazioni, pu giocare alla pari con le corrispettive Canon EOS 1DS, l'unica sbavatura per una professionale la copertura del mirino, limitata al 92% della scena inquadrata, in compenso si tratta di un mirino luminoso e dotato di controlli molto completi, al centro del quale un cerchio definisce la zona di rilevazione dell'esposizione e cinque settori delimitati da coppie di barrette servono a selezionare altrettante zone di messa a fuoco AF. Due cornici ai lati sinistro e destro danno il limite effettivo dell'inquadratura e sono buoni riferimenti per le superfici verticali, in basso e fuori dall'inquadratura i controlli delle funzioni fotografiche impostate, anch'essi molto completi.

Il luminoso mirino della SLR/c purtroppo ha una copertura limitata al 92%, il cerchio al centro delimita l'area di rilevazione dell'esposizione, le coppie di barrette servono alla selezione delle 5 zone AF, le linee ai lati verticali delimitano l'inquadratura reale. In basso in campo nero i controlli dei parametri fotografici, da sinistra: pronto flash, LED verde di conferma messa a fuoco, tempo impostato, AEL per blocco esposizione, diaframma, autobracketing/+ - per controllo esposizione, correzione esposizione.

La EOS 1DS il corrispettivo Canon della Kodak DCS Pro SLR/c, usa gli stessi obiettivi con innesto EF, il sensore CMOS Canon da 11 Mpixel con formato 24X36, supportato da prestazioni fotografiche di riferimento assoluto, il prezzo di circa 8000 Euro giustificato da una supremazia tecnico/prestazionale ancora oggi insuperabile.

Kodak produce anche la SLR/n, una reflex 12 Mpixel con sensore 24X36 e innesto Nikon, cliccate sul link sotto per vederla: 

Kodak DCS Pro SLR/n

     

   


Nella calotta sono concentrate la maggioranza delle funzioni fotografiche, con la collaudata e razionale disposizione dei pulsanti e dei due selettori ben noti gi sulle Sigma SD9-10, da cui questo componente deriva. Vedendo la fotocamera dall'alto, a sinistra del pentaprisma, con slitta a contatto caldo per E-TTL flash, c' il selettore per scatto singolo, continuo, autoscatto a 2-10 sec, UP per sollevamento specchio pre scatto, AB per l'autobracketing. Questo selettore ha intorno i tasti per selezione modo esposizione, FUNC per le funzioni secondarie e AF per le 5 zone autofocus. A destra del pentaprisma il selettore dei modi esposizione: M manuale, S automatica a priorit dei tempi, A automatica a priorit diaframmi, P program (con controllo di flessibilit FAST-SLOW). Segue il display b/n per le funzioni fotografiche e a portata di indice il pulsante di scatto.
Alla sinistra dell'oculare i tasti HOTKEY, ISO per le sensibilit, a destra AEL per blocco esposizione e + - per controllo esposizione.

La calotta con i due grossi selettori, concentrano insieme ai quattro tasti a sinistra e destra dell'oculare le funzioni fotografiche, il display sotto il tasto di scatto le visualizza, la slitta a contatto caldo sul pentaprisma gestisce anche i flash E-TTL Canon e l'oculare provvisto di correzione diottrica.

PRESTAZIONI FOTOGRAFICHE- Sono a livelli di quasi eccellenza, si pu solo dire che la cadenza di scatto a raffica da 1,7 ftg/sec non esaltante, ma in compenso la generosa RAM interna da 512 Mbyte, consente di scattare per ben 19 immagini in sequenza JPEG e la gestione E-TTL flash un elemento qualificante.
Lettura esposizione 8 settori, integrata e spot con modi Program flessibile, automatica a priorit diaframmi/tempi, manuale step 0,3 EV.
Otturatore elettronico a tendine verticali
con tempi da 30 a 1/6000 sec sincro flash 1/180 sec (fino a 1/6000 in FLAT).
Autofocus a rilevazione di fase con modi singolo, continuo servo AF, manuale, 5 aree selezionabili.
Gestione flash E-TTL con flash Canon dedicati, su slitta contatto caldo, possibile gestione in wireless e disponibile presa PC per flash da studio.
Cadenza di scatto 1,7 ftg/sec per 19 immagini JPEG/RAW.
Sensibilit selezionabili in RAW ISO 160 - 1600 (passi 1/3 EV)
in JPEG ISO 160 - 800 (passi 1/3 EV).
Bilanciamento del bianco Automatico e con cinque modi, composti da varie impostazioni per luce naturale e artificiale.

IL SENSORE CMOS 14 MPIXEL FORMATO 24X36- E' insieme all'innesto EF Canon il pezzo forte della SLR/c. Non soltanto per i fatidici 14 Mpixel che record per le reflex digitali, ma per il formato 24X36 identico a quello della pellicola. Il problema pi angoscioso per un professionista, quello di dover tenere conto del fattore di moltiplicazione focale intorno a 1,5-1,7X, che i sensori di taglia ridotta (la stragrande maggioranza), infliggono agli obiettivi montati, con un 24mm che diventa un 35mm o un 50mm che si trasforma in un tele 75mm. Oltretutto ogni volta che si cambia ottica si impongono calcoli complicati. Con i sensori 24X36 niente di tutto questo e il passaggio dall'analogico al digitale, diventa praticamente inavvertibile.
Kodak ha fatto dei sensori 24X36 un cavallo di battaglia delle sue DCS Pro sia SLR/n che SLR/c, nel caso di quest'ultima ha emulato anche la soluzione CMOS tipicamente Canon, con prestazioni per definizione, fedelt colore e basso rumore elettronico, paragonabili se non superiori a tanti CCD. Inoltre il CMOS ha pi bassi consumi energetici e pi elevate velocit di trasferimento dati dei CCD, non a caso anche Nikon sta migrando verso tipi di sensore immagine simili al CMOS (gli LBCAST JFET Nikon).

Il sensore immagine CMOS di produzione KODAK da 14 Mpixel e formato 24X36, il vero cavallo di battaglia della SLR/c. Dopo Canon che ha avuto il coraggio di crederci, anche Kodak e Nikon stanno passando a questo tipo di tecnologia, avendo superato i problemi di elevato rumore elettronico.

FUNZIONI E CONTROLLI DIGITALI- I controlli e le funzioni digitali sono ovviamente concentrati nel dorso della SLR/c, le immagini scattate, i menu di controllo e set up sono visualizzati in un monitor LCD TFT a colori da 1,8' con risoluzione 130000 pixel. Oltre alla navigazione di menu e set up, le immagini scattate sono visualizzate sia singolarmente, che a gruppi di 4 o di 9 icone con zoom per la visione singola, inoltre subito dopo lo scatto visualizzato anche l'istogramma, per la verifica della corretta esposizione e delle risultanti in luce/ombra.
I tasti a sinistra e a destra del display principale, servono alla gestione/navigazione delle immagini e dei menu funzioni, che in molti casi sono gestiti anche dal joypad a quattro tasti, di forma circolare con un tasto centrale di OK, a portata di pollice.

Il dorso della SLR/c integra tutte le funzioni digitali, gestite dai tasti a sinistra del display MENU, NAV+, STATUS, da quelli a destra con l'ultimo in basso per attivare il microfono di registrazione sonora e dal joypad di forma circolare a quattro pulsanti, con il quinto al centro di conferma, lo sportellino sotto il joypad da accesso ai due slot delle memory card, il piccolo display b/n sotto quello principale, serve per visualizzare altri parametri in fase di scatto (parametri digitali), di play immagini (caratteristiche e formati immagini), di help per spiegare il significato dei menu visualizzati nel display principale.
CLIC SULL'IMMAGINE SOPRA PER INGRANDIRLA

I formati di registrazione delle immagini sulla SLR/c sono:
-Kodak DCR RAW 12 bit/pixel, 3 risoluzioni (circa 15 MB)
-ERI-JPEG (3 livelli di compressione, 4 risoluzioni)
I supporti di registrazione sono memory card e MicroDrive, su due slot in uno sportellino sul dorso della fotocamera:
-Compact Flash Tipo I/II (compatibile con IBM MicroDrive)
-Memory card tipo SD
In RAW sono supportati tutti gli spazi colore, in JPEG sRGB.
La SLR/c fornita con i software di navigazione/gestione immagini DCS Photo Desk e DCS Camera Manager, la Kodak fornir gratis via Internet gli aggiornamenti firmware/software.

KODAK DCS Pro SLR/c E CANON EOS 1DS
La SLR/c sar una concorrente temibile per la Canon EOS 1DS, regina incontrastata della fotografia professionale, tanto per le qualit indiscutibili della reflex Kodak, quanto per il prezzo che a fronte di prestazioni notevoli inferiore di circa 3000 Euro, dovrebbe aggirarsi intorno ai 4800 Euro su Internet e ai 5000 negli scaffali dei negozi di fotografia professionale. Oltre a questo i ben 14 Mpixel e l'innesto ottiche EF, sono una bella tentazione per i professionisti ancora nel guado fra pellicola e digitale. Ma la differenza di prezzo c' tutta, i motivi sono:
-frettolosa commercializzazione della reflex Kodak
-conseguenti problemi di effetti moir e lievi dominanti verdi
-rumore alle alte sensibilit e relativo filtro non disinseribile
-tempi eccessivi in avvio, registrazione e visualizzazione
-nessun controllo diretto di contrasto e saturazione
con questo non vogliamo stroncare la kodak DCS Pro SLR/c, perch la base ottima. Inoltre la Kodak ha promesso frequenti aggiornamenti firmware/software gratuiti via Internet che a breve sistemeranno le magagne sopra elencate, ma il fatto rimane, per ora la regina ancora lei...Canon EOS 1DS.

                                                          Roma 30/8/2004  Stefano Fedele